ORBS : riflessi, pulviscolo, spiritelli o pensieri.. ?

Orbs :  è un termine in lingua inglese che definisce un effetto ottico risultante in piccole sfere (somiglianti a globi di luce) che talvolta appaiono nelle immagini fotografiche o nei filmati pur non corrispondendo ad oggetti visibili ad occhio nudo. (Wikipedia).

Ci sono due interpretazioni del  fenomeno, una visione classica e pragmatica che li attribuisce a difetti delle lenti, effetti di rifrazione della luce, problemi di esposizione  o effetti dovuti al pulviscolo atmosferico. Poi c’è  una visione più metafisica che li considera espressione di elementi provenienti da dimensioni diverse. In un primo momento sono stata portata a sottovalutare il fenomeno e a considerare  la ricerca  di  spiegazioni sovrannaturali del fenomeno come una forzatura dovuta alla passione sempre più diffusa per  new age e  metafisica, che  porta a dare spiegazioni sopranaturali per qualsiasi  cosa fuori dal comune. Insomma  pensavo che questo fosse un caso molto evidente della paranoia umana. Ma approfondendo la cosa, e soprattutto grazie alla visione di parecchio materiale prodotto da una amica e da altre foto e video disponibili in Internet, mi sono resa conto che non si poteva liquidare la questione così facilmente. Sicuramente qualche presunto  orbs ha delle spiegazioni molto fisiche e plausibili, ma taluni casi non riescono a trovare  spiegazioni convincenti. Questi  bizzarri oggetti eterici si presentano con configurazioni molto particolari, con forme e colori diverse, con strutture interne molte diverse e a volte mostrano anche di essere in movimento :

Per farsi un’idea del fenomeno è interessante guardare l’episodio riservato all’argomento dalla  trasmissione Misteri : http://www.youtube.com/watch?v=jnXGxZ9ZNfo come accade spesso per questa trasmissione c’è poca obiettività e troppa ricerca di sensazionalismo. La  presentazione del  fenomeno paranormale è data per scontata senza ricercare spiegazioni alternative il chè va a scapito della credibilità degli esperimenti.  Vale però la pena di notare che le riprese degli Orbs sono fatte con dei sistemi sofisticati e soprattutto con:

–          telecamere fisse

–          su stanze in cui non variavano le fonte di luci

–          non c’era una luce direttamente puntata sulla telecamera.

Gli Orbs ripresi in questi filmati si spostano in modo indipendente e a diverse velocità in un ambiente chiuso e questo da sé fa decadere molte delle spiegazioni convenzionali . Gli ingrandimenti degli Orbs lasciano poi spazio all’immaginazione, infatti la conformazione interna è spesso molto particolare. Per esempio questa immagine ricorda molto la fotografia dell’atomo magnetico di Ighina :

ci sono poi immagini che ci ricordano le figure di cimatica :

E’ interessante notare come queste orbs appaiano con piu’ frequenza in presenza di acqua o umidità, per esempio se c’è nebbia o foschia sembra ci sia una vera pioggia di orbs :

Un’altra curiosità è che a volte questi Orbs appaiono dietro agli oggetti :

Inoltre qualche orbs ha la circonferenza compromessa :

Vi sono poi fotografie come questa dove veramente è difficile voler giustificare la presenza di questo oggetto a problemi di rifrazione, fotoni, problemi di lente o altro vista la grandezza in proporzione, ed è strano che una cosa così luminosa non sia visibile ad occhio nudo :

A volte questi Orbs lasciano delle immagini bizzarre, come nel caso di questa scia luminosa che sembra un “biscione volante” :

Ci sono varie  interpretazioni  metafisiche del  fenomeno .  C’è chi sostiene che si tatti  di spiriti ma preferisco questa interpretazione :

(http://www.ricchezzavera.com/blog/ricchezzavera/orbs-fenomeno-delle-sfere-di-luce-ecco-cosa-sono/)

sono le condensazioni di alcuni pensieri . Voi le vedete come sfere di luce ma esse sono sfere di pensieri . Possono essere  emanate  della singola persona o  anche di più persone. Sembrano più luminose perché sono la condensazione di un pensiero che poi è anche una emozione.

Quelle che voi emanate sotto forma di sfera sono sempre pensieri diciamo  positivi, mentre se avete pensieri negativi è più  come  una nebbia.

Quelle che vedete in movimento come se lavorassero, compiessero un’azione senziente possono essere sonde o altre energie di vario tipo.

e’ molto più facile adesso registrarle,  perché si è assottigliata la differenza fra le varie dimensioni e di conseguenza la dimensione appena sopra quella della dimensione materiale in questo senso è più vicina, quindi è più facile per voi riuscire a registrarle in questo periodo e lo sarà sempre di più.

E questa è un’altra prova dell’assottigliamento tra le varie dimensioni e dellacapacità creatrice della vostra mente soprattutto anche quando la vostra mente è in comunione con il vostro cuore.

Uno studio molto interessante sugli orbs è pubblicato qui .

 


24 responses to “ORBS : riflessi, pulviscolo, spiritelli o pensieri.. ?

  • Carlo Maria Piras

    Cara Littleflower son esattamente i cerchi multicolori a cui facevo riferimento io, che si manifestavano da bambino e da adolescente quando dormivo a pancia sotto coi pugni che pressavano sui globi oculari. Non sapevo che si chiamassero “orbs”. Son chiaramente degli agglomerati fotonici che cambiano il loro colore ma non la loro forma che rimane, prevalentemente rotonda come dimostrano le foto di cattura di un’attimo di questi orbs. Per vedere supinamente l’evoluzione dei colori si può ricorrere allo stratagemma di quel guru indiano (con 23 Rolls Royce) che premeva fortemente le dita sulle palpebre dei suoi pazienti (sino a fargli anche male) e, questi testimoniavamo di vedere la loro luce interiore fatta di cerchi che cambiavano supinamente colore ed avvertivano dopo questo trattamento sensazioni di grande benessere fisico e morale, molti di essi avvertivano il cosidetto stato di Samhadi o Samadhi che, alcuni guru indiani, sostengono che un uomo normale possa avere una sola volta nella vita a volte coincidente con l’agonia ed il rigor mortis. Danilo, sosteneva invece di raggiungere quello stato a volontà con la meditazione, esercizi di respirazione e la luce, mi descriveva questo stato come una gioia ed una beatitudine infinita un distacco temporaneo dal corpo ed una fluttuazione nell’universo con una leggerezza umanamente indescrivibile. Ora questi cosidetti Orbs hanno una storia che risale alla notte dei tempi. Gli antichi usavano rappresentare questi Orbs come cerchi di luce assimilandoli alle loro divinità. Nelle gerarchie angeliche formulate dalle tre religioni monoteiste, i Serafini ed i Cherubini vengono rappresentati come cerchi luminosi mentre tutti gli altri angeli ed arcangeli con sembianze umane ed alate. La percezione di queste bellissime aure di colori fosforescenti, potrebbero anche essere l’immagine retrospettiva dei nostri pensieri codificati sotto forma di agglomerati fotonici difficilmente
    decodificabili per le nostre attuali conoscenze, occorrerebbe trovare una sorta di stele di Rosetta per decifrare il cambiamento supino dei colori di questi ologrammi. Ologramma è il termine esatto (non conosco la sigla di Orbs).
    Potrei azzardare senza presunzione di veridicità ma solo da un punto di vista tecnico che quelle immagini possano essere dei “Pattern” ovvero interferenze ottiche che in determinate condizioni di luminosità possono svilupparsi spontaneamente. Non sappiamo certamente se son particelle distaccate dell’immagine fotografata perchè questa assuma tridimensionalità oppure come pensi tu ed anch’io sia l’immagine visiva di un pensiero codificato sotto forma
    di ologramma. Sto indagando e sperimentando sulle onde scalari non senza l’ausilio di Laser ed altri marchingegni, nei ritagli di tempo che è molto poco. E’ più la curiosità che il tempo da dedicare alla metafonia ed alla cronovisione che i nostri antenati hanno lasciato sulla terra sotto forma di pensiero (materia) che naviga nell’universo libero dalla zavorra del corpo che l’ha ospitato come diceva l’amico Danilo , non sappiamo ancora sotto quale forma si siano annidati le nostre azioni ed i nostri pensieri nell’universo. La scienza Newtoniana diceva:”nulla si crea nulla si distrugge tutto si trasforma” la meccanica quantistica sostiene il contrario, ovvero che l’energia si mantiene indifferenziata e non si distrugge. Io sono convinto che ci sia una via di mezzo che si concentra in un detto alchimistico “Similia similibus” ovvero se in un bicchier d’acqua faccio scendere due gocce d’olio doliva e due gocce d’olio di semi, le gocce d’olio non si misceleranno con l’acqua ma tenderanno a miscelarsi fra se stesse pur mantenendo invariate le loro caratteristiche originali. Così il pensiero emanato da noi in vita corporea tornerà all’universo che l’ha emanato per similitudine. Un’abbraccio

  • littleflower

    grazie Carlo per il tuo bellissimo post. Dopo aver parlato con te in sede staccata degli esperimenti di registrazione con vecchi sistemi a nastro, dove venivano rivelate voci non udibili al momento della registrazione, io credo che questi orbs siano la versione visiva di quelle registrazioni sonore. Se si usano sistemi di registrazione non troppo sofisticati si riesce a percepire queste perturbazioni eteriche . Una cosa che mi impressiona molto sono le immagini degli orbs aperti, dove praticamente la corona è tagliata e manca uno spicchio. Inoltre sono sicuramente sensibili alle vibrazioni perchè la conformazione interna sembra come una membrana elastica sottoposta a vibrazioni.

  • Carlo Maria Piras

    Cara Littleflower grazie per avermi precisato che “Orbs” non è una sigla ma un sillogismo per definire questi cerchi di luce plasmatica, tu parli di membrana elastica il senso del termine che tu gli hai dato è analogo a plasmatica.
    In questi ologrammi i colori si propagano dal centro di questo disco luminoso anche in conformazione a spicchi, ellissoidi, triangoli ecc. e può succedere che uno spicchio sia di color nero opaco per cui non si avverte la luminiscenza e per questo puo dare la sensazione di uno spicchio mancante e quindi d’una interruzione della chiusura del cerchio che è sui generis per cui niente di allarmante. La metafonia è un’argomento complesso che intendo approfondire nel forum dove son state gettate le basi di alcune mie personalissime esperienze ed esperimenti fisici di metafonia inversa ovvero come se fossi io lo psicotrasmittente e le entità a ricevere i miei messaggi. Per tale motivo Littleflower ho spaziato dalle onde scalari ai solitoni al caduceo alle proprietà fisiche dei minerali ammorbidendo un po con degli aneddoti un po consoni un pò fuori tema. Per questo mi son meritato anche da te che mettevo tanta carne al fuoco senza arrivare al dunque. Difficilmente arriveremo ad una conclusione, però, ragionando sulle certezze consolidate possiamo arrivare insieme a consolidare le nostre congetture. La novità rispetto alla metafonia classica dove occorre impiegare filtri di bassa frequenza complessi e molta fantasia per dipanare un groviglio di messaggi poco intelligibili. Io ho scoperto come far viaggiare le onde sonore di questo ipotetico mondo nell’acqua prima in una vaschetta di gelato poi in una vasca da bagno poi nell’invaso di un ruscello utilizzando due trasduttori identici uno per la trasmissione ed uno fungente da microfono del registratore le voci son chiarissime a qualsiasi ascoltatore non suggestionato. Posso dirti da quanto emerso che mi son fatto anche un certo concetto di come potrebbe essere la vita dopo la morte se, come molti ritengono queste voci appartengono a dei trapassati. Anzitutto ho notato che v’è un disordine totale poichè caterve di entità si appressano a voler comunicare anche una frase banale o dire solo il proprio nome. A questi si frappone un’entità che ordina la sequenza ordinata di chi deve parlare, lo si sente rimproverare severamente a volte, chi si intromette senza il suo consenso e pare batta una bacchetta su una cattedra come avesse di fronte tanti alunni in una scuola elementare. Usa molto la parola “Vantaggio”. “Non hai il vantaggio”, “Non ti ho dato il vantaggio”, “Lui ha il vantaggio”. Mentre facevo le prime registrazioni per conto mio, Danilo mi aveva avvertito che ci sarebbero state queste entità bacchettone ed erano una garanzia per ordinare il traffico caotico, lui li chiamava accompagnatori astrali, entità preposte secondo lui ad orientare l’anima dei morti dopo ii trapasso corporeo e prepararle ad un’altra fase esistenziale prima di raggiungere Dio. Gli portai una registrazione dove la solita entità riconosciuta da me per un paragone analitico allo spettrografo
    si incazza da matti e battendo la bacchetta pronuncia la seguente frase indelebile: “Bach seduto, non hai vantaggio testa di cazzo”, fu la frase precedente a fargli pronunciare quest’ordine:”Yellow the star dico concreto, Johan Sebastian Bach”, la frase “concreto” ha una forte cadenza di erre moscia tipica tedesca. Chiesi a Danilo come mai questi accompagnatori astrali essendo degli educatori usassero il turpiloquio davanti all’entità di un musicista di chiesa come Bach. La spiegazione fu molto insoddisfacente poichè mi parlò di sostituzione di spiriti burloni atti a disorientare gli sperimentatori, aggiungendo che poi le loro espressioni non erano consone alla loro morale che riguardava quel mondo e non il nostro. Regards.

    • littleflower

      devo ringraziarti ancora una volta per il tuo intervento. Prima di tutto per la spiegazione sulla questione degli orbs aperti, anche se onestamente speravo in una motivazione piu’ … esoterica…
      E anche perchè finalmente comincio a capire qualche cosa sui dei tuoi esperimenti che sono veramente singolari. Io mi domando da dove voi ricercatori traete l’ispirazione per fare delle sperimentazioni come queste che non hanno precedenti. Io sono affascinata dalle proprietà dell’acqua e anche questo tua ricerca sulla metafonia mostra nuove proprietà di questo elemento .
      Non ho mai presenziato a sedute spiritiche o affini, ma da quanto ho letto e da discussioni fatte con persone che si sono interessate dell’argomento mi sono fatta qualche idea anche io, soprattutto per quanto riguarda i primi momenti dopo la morte.
      Una persona che non sia particolarmente attaccato alle cose terrene come soldi, cose, bellezza sesso o altro avrà un trapasso piu’ soft. Cito qui un bellissimo passaggio di Castaneda nel suo illuminato “la via del guerriero ” che racchiude il concetto di come la vedo io :

      “Mi hanno gia’ conferito il potere che regge il mio destino
      e io nulla stringo, cosi’ non avro’ nulla da difendere.
      Non ho pensieri, cosi’ potro’ vedere.
      Non temo nulla, cosi’ ricordero’ me stesso.
      Distaccato e sereno sfreccero’ oltre l’Aquila,
      verso la liberta’… ”

      Purtroppo quanto piu’ la persona è attaccata ai beni materiali, tanto piu’ il suo spirito disincarnato cercherà di ricostruire un mondo illusorio dove resterà prigioniero, attaccato a schemi mentali costruiti e rinsaldati durante tutta la vita. Un musicista potrebbe rimanere prigioniero di un mondo illusorio legato alla musica, un militare potrebbe essere legato a situazioni di disciplina e di comando.. etcc. Quello che continua in questa fase successiva alla morte non è la consapevolezza che abbiamo durante la nostra vita, ma è una specie di sogno dal quale non si riesce a svegliarsi, almeno fino a quando non si è scaricato completamente le forme pensiero che abbiamo costruite durante la vita e che ci tengono incatenati come degli asini obbligati a fare girare le macine di un mulino… Questo periodo di transizione ha lo scopo di liberare e “purificare” l’anima dell’individuo dalla personalità che si è creata durante la vita e che in parte è conseguenza del background in cui l’individuo è cresciuto e vissuto. Cioè fa ritornare l’anima all’origine del suo vero io. Durante la vita l’essere umano si convince di essere quello che lo circonda e si fa trasportare nella vita da cose e situazioni, perdendo di vista la sua vera essenza, che riesce a ritrovare solo dopo questo periodo di transizione..

  • Carlo Maria Piras

    Grazie a te ed alla tua saggezza, non conosco il tuo nome, per cui continuo a chiamarti Littleflower ignoro persino il luogo dove sia andata a parare la coincidenza di una pseudoricetrasmissione di pensiero. Suadenti le parole di Castellaneta da te estrapolate che condivido punto su punto da umano vivente. Voglio subito sgomberare il campo dalla credenza di molti che la metafonia abbia un solo punto d’incontro con la medianità e che per praticarla occorrano particolari doti medianiche questa è un’autentica impostura, poi è vero che le voci si percepiscono solo dopo averle registrate col metodo classico che usava Danilo ovvero il microfono in ifrastazioni radio, non è assolutamente vero che non si percepiscano in fase di registrazione tramite le cuffie che pochi usano in queste esperienze, da cui la confusione con interferenze di normali trasmissioni radio o telefoniche che si possono escludere prima d’esser registrate sintonizzando a dovere la radio su un sottofondo di rumore bianco. Il colpo di bacchetta in cattedra è il segnale determinante che si è trovata la stazione giusta. Quindi si incominciano a porre delle domande alle entità microfonicamente o solo pensare di porgliele, rispondono in coda alla tua domanda microfonica come se cavalcassero lo strascico (armoniche) della tua voce da cui traggono energia. Che siano voci provenienti da defunti ho molte perplessità tecniche avvalorate da esperimenti severi. Il loro mondo è amorale e lo si percepisce subito sin dalle prime esperienze. Non è un mondo ordinato Little come lo percepiamo noi divisi in classi sociali di meriti o demeriti acquisiti nella vita corporea. Anch’essi parrebbe abbiano paura della morte, hanno sensazioni di fame e desideri sessuali è quello che traspare subito dai loro messaggi. A Raudive di cui ho esemplari testimonianze registrate su nastro magnetico, alcune entità asserivano che Hitler per loro era un santo (tratto da “Voci dell’aldilà” di Konstantin Raudive con cui era allegato a supporto un disco 45giri). Io ricevo con la stessa voce gutturale di Raudive un messaggio ai primi esperimenti in maniera chiara a qualsiasi ascoltatore: “Ich bin Radive” e di seguito con voce ancor più impressionante e chiara: “Isch bin Raudive Konstant”. Ero ai primi esperimenti e mi impressionai tantissimo a quella voce così chiara e schietta. Danilo invece, mi diede l’imput di procedere con serenità nella ricerca, oggi infatti non mi impressiona più niente. Mi manca solo il tempo per la dedizione a questi esperimenti, le paure appartengono ormai all’infanzia, all’adolescenza ed alla prima gioventù, oggi non temo niente e nessuno. Non eseguo più esperimenti di metafonia dal 1997 in quanto sto approntando dei complessi studi ed esperimenti per avere non solo voci ma anche immagini, il tempo è contingentato e le riflessioni esiggono molta delicatezza e dedizione in completa serenità d’animo. Kind regards.

  • littleflower

    Ciao Carlo, se giri un po’ per il blog puoi sapere qualche cosa più su di me.
    volevo solo chiarire che il brano che ho riportato è di CARLOS CASTANEDA, accidenti un’altro Carlo….
    Il pensiero che ho riportato è stato espresso da un indiano Yaqui, uno stregone di prima categoria: Don Juan Matus.
    I libri di Castaneda raccontano la storia autobiografica di un’antropologo americano che negli anni 70 inizia una ricerca sullo sciamanesimo, restandone via via sempre piu’ coinvolto fino a diventare lui stesso uno stregone della linea Tolteca. Non si tratta delle solite favolette new age, sono libri pregni di significato e importanti per la comprensione del mondo che ci circonda. Se vuoi leggere qualche cosa puoi trovare dei pdf qui : http://www.4shared.com/office/na86fNWU/Carlos_Castaneda_-01-_Gli_Inse.html

  • carlo maria piras

    Carissima Littleflower è tanto che non ci leggiamo, sicuramente per causa mia che son voluto uscire totalmente da energeticambiente per gli identici motivi che hai tu stessa constatato, la presenza di NNL che non mi pare sia una mente illuminata ha fatto il vuoto attorno a se di persone che apportavano conoscenza come me e te a quel forum, scopiazzato anche da Americani e Cinesi. Ho deciso l’Ermetismo, non rispondo più a nessuno tranne agli amici solo a private e-mail. Ho letto, stampato e meditato tutte le tue lettere trovandole molto piene di fascino e di coraggio condividendo e traendo spunto dalle tue congetture intelligenti per i miei solitari esperimenti che molto spesso, dopo tanto lavoro non si concretizzano in un successo poichè siam soliti pensarla secondo una meccanica classica il cui principio è ordinato ed ha aspetto lineare anche nella sua logaritmicità. Heisemberg però ci prospettò un calcolo complesso sull’indeterminazione che dal nostro punto d’osservazione si traduce nel “destino” quindi si unifica alla fisica classica che prevede nascita, vita e morte. Però cosa eravamo prima di nascere? senz’altro materia che per simpatia s’è animata nel ventre d’una donna a cui l’uomo ha trasmesso amore e sensazioni tattili allettanti è il figlio di un’accoppiamento però potrebbe esser venuto al mondo in casa Windsor come in casa di un baraccato, intanto avrà una vita da benemerito da povero, da assassino ecc. ma lo possiamo provare dal nostro punto d’osservazione di fisica classica ed ordinata poichè ci aspettiamo che accadano certi eventi dal nostro punto di osservatori e rimaniamo delusi e ci indignamo se una brava ragazza di famiglia, casa e chiesa, generosa e caritatevole dal nostro osservatorio, viene travolta da un’auto guidata da un’ubriaco drogato od uccisa da un folle. La fisica quantistica da ragione all’investitore od all’assassino e torto marcio alla vittima per i seguenti motivi:
    1) La ragazza doveva prevedere la sua triste sorte per la teoria dell’inteterminazione
    2) La ragazza non doveva essere lì in quel giorno ed in quell’ora per cui fu assassinata.
    Per essere più esplicito, ti racconto un’aneddoto. Io son un poliziotto e come norma devo sentire le querele dei cittadini di qualsiasi natura. Successe l’anno scorso che una signora vicina di casa acquistò un gallo che piaceva tanto ai bambini per le sue piume colorate e per il suo canto mattiniero. E’ chiaro che il gallo all’alba canta, a me non dava fastidio anzi il piacere di sentire i rumori d’una volta. Un signore vicino, babypensionato venne ad informarsi qualora non vi fosse ordinanza sindacale di detenzione di cani e pollai nel centro abitato, poichè sua figlia stava preparando la tesi di laurea ed era disturbata nel sonno dall’abbaiare dei cani de dal canto di questo gallo. Non v’era ordinanza, gli dissi: “Per la mentalità e dal punto di osservazione dei cani e del gallo siete tu e la tua famiglia gli abusivi perchè loro eseguono ciò che ritengono opportuno a seconda del loro istinto e di ciò che gli detta la natura”.
    Quella signora per mantenere la concordia allontanò il galletto con grande pianto dei bambini. Ecco l’imprevedibilità dovuta al libero arbitrio alla non conoscenza degli effetti dovuti ad una causa nota. Benissimo, il libro di Oestrander e Shroeder va letto tutto d’un fiato, non vi son pagine più interessanti d’altre tuttavia va letto nella consapevolezza che si tratta della cronaca d’un indagine giornalistica, niente di scientificamente provato. Ci leggeremo in seguito. Ciao Carlo.

    • littleflower

      ciao Carlo, visto che sei un appassionato di storia tra le varie cose, e soprattutto del popolo Shardana, forse ti può interessare un sito che ho letto recentemente, e che tende a rivedere completamente certe convinzioni stoirche. Si tratta di studi fatti da uno studioso fuori dal coro,che non si è accontentato di quello che gli dicevano gli altri, ma che si è studiato una serie di lingue antiche ed ha tradotto documenti e dato sue interpretazioni a fatti storici. E’ un pò arzigogolato ma spero ti piaccia :
      http://digilander.libero.it/corsinistoria/Atlantide.htm
      ciao
      lf

      • carlo piras

        Cara Littleflower devo dire interessantissima la lettura sugli Shardana che mi hai inviato, l’ho letta con passione e trasporto, non la conoscevo questa versione molto ben ricostruita, forse un giorno si ricostruir anche visivamente la storia di Atlantide chiss. So di sicuro che gli Shardana abitarono la Sardegna in tempi remoti A.C. ed erano Fenici votati al dio Baal ed al Sardus Pater provenienti dall’odierna Siria, Libano e Palestina-Israele, pi tardi si insediarono in nord’Africa e in tutti i paesi affaciantisi nel Mediterraneo. I Cartaginesi, nordafricani, subirono la colonizzazione Shardana compresi gli idoli (Baal) ed i costumi. Elessero a loro patria la Sardegna, forse il lembo emerso di “Atlantide” dico forse non solo per le congetture e speculazioni che son state fatte e le analisi scientifiche pseudoprobanti d’un diluvio universale di cui rimangono tracce discutibili. Occorre un’analisi approfondita partendo dal fatto che gli Shardana (popoli del mare), vissero e morirono nel Mediterraneo e non si avventurarono mai oltre Gibilterra se non per pesche costiere poich le colonne d’Ercole prima nello stretto di Sicilia poi a Gibilterra erano invalicabili secondo una postuma concezione greca predominante. Quindi Atlantide era sicuramente nel Mediterraneo, tranne gli Shardana che si vollero avventurare nell’Atlantico senza far ritorno e costruirono piramidi in sud’America con la venerazione di serpenti, non pu spiegarsi la coincidenza stretta tra civilt mediterranea e civilt del nuovo mondo. Shardana furono la guardia d’elit dei Faraoni ed il Faraone d’Egitto fece scortare Mos e suo fratello Aronne da Shardana. La storia descrive questi Shardana come uomini altissimi rispetto alla norma, belli a vedersi, coraggiosi e fedeli, in Sardegna non v’e riscontro d’una simile razza aliena altro che popoli del mare, annegano in un bicchier d’acqua, eheheheheh. Little i miei esperimenti procedono in diverse direzioni, col mio metodo della cosidetta metafonia lucida e probante. Ho realizzato ultimamente uno psicofono in cui le voci son chiarissime come se parlassi io con te direttamente ma, le visioni non son sincronizzate, un esempio vedo mio parde attraverso uno schermo da 3 pollici ma percepisco la voce di un bambino, immagine in movimento e suono sono disgiunti non sincroni per cui non so ci che dice babbo pur vedendolo comunicare qualcosa, magari succede poi che mi appaia il pappagallo Loreto e sento babbo che comunica con me in maniera fluida auditivamente ma non visivamente e viceversa, ho costruito una sorta di cronovisore che funziona in questo modo, immagini fosche ma, distinguibili in movimento ma non sincronizzate con la voce percepita. Questo il problema che affligge i migliori radiogoniometri. Se io percepisco una sequenza di immagini mi attendo una sincronia con le voci percepite ma, questo non avviene e, crea un problema di sincronismo, non funziona cos, le voci son disgiunte dalle immagini ed impensabile che si possa giungere ad una decodificazione sincrona tranne non si trovi una stele di Rosetta che ci dia l’algoritmo esatto. Il fattore tempo incide molto su questo aspetto. Mettiamo che mio padre nel mondo parallelo che lui vive ha pronunciato delle frasi 5 giorni fa, io percepisco di lui il volto i movimenti ma nel racconto sento l’abbaiare di un cane o la voce del pappagallo Loreto o di Lucifero con mio grande spavento. Manca la sincronia dell’evento visivo percepito. Non significa che io sia un sensitivo perch io descrissi e comunicai circa la puntina di grammofono in un forum in contemporanea con te che descrivesti la stessa analisi. Certamente avranno tutti creduto che ci fossimo messi d’accordo per cotanta spudoratezza. Solo io e tu sappiamo certamente che non vi fu accordo per gabbare il prossimo. Certo in quel momento c’ stato un attimo di comunicazione scalare, stringale fra me e te in un universo di solitoni. Rimango basito sulla sincronia degli eventi poich ritengo il tempo disgiunto da qualsiasi teoria unificante. Un’abbraccio caro, scrivimi io ti leggo.

        Date: Mon, 14 Oct 2013 23:51:38 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

  • littleflower

    ciao Carlo, se non sapessi che sei una persona serissima penserei che mi prendi in giro. Parli di un cronovisore come stessi parlando dei canali di Sky, e il fatto di vedere immagini proveniente dall’etere (?) di tuo padre e del tuo famoso pappagallo non ti scompone minimamente . Io sono in contatto con Corsini che mi ha pure chiesto di dargli una mano per cercare di rendere più abbordabile il suo lavoro. Della serie che devo aiutarlo a renderlo comprensibile e leggibile anche per le persone normali come me.Quello che trovo interessante è che anche corsini si interessa del cronovisore e viaggi nel tempo, e ne parla anche in un suo suo scritto, inoltre mi ha accennato anche delle sue teorie sul viaggio nel tempo. Se non ti dispiace gli sottopongo questo tuo messaggio che apprezzerà certamente.

    • carlo piras

      Salve Litlleflower, partiamo da un dato fisico di fatto, ogni nostro movimento, ogni nostra azione fisica accompagnata da un pensiero. Il movimento dell’azione lavoro macroscopico che viene registrato nei cluster della materia di cui composto l’etere che lo immagazzina che lo registra e lo propaga sotto forma di elettromagnetismo, gravit spazio, tempo che si propaga e rimane impresso per sempre nella materia dell’universo. Un tuo pensiero pensa che impregna l’universo nel mentre lo sviluppi ha gi impregnato tutti anche ipotetici alieni cos come gli ipotetici alieni impregnano te, me e tutto ci che materia. La difficolt non percepire ma decodificare. Conosciamo le onde elettromagnetiche e le trasmissioni terrestri dove sappiamo che v’ una portante paragonabile al binario di un treno in questo binario viaggia un’informazione che ha una codificazione audio visiva per cui io per decodificare un’informazione trasmessa tramite voce ed immagine devo seguire esattamente gli algoritmi coi quali stata codificata, se sbaglio un punto od una virgola non vedr ne sentir niente. Mi ci vorrebbe un’eternit per trovare l’algoritmo di quel momento, e magari avr vinto per 50 volte il superenalotto e gli estesori di quell’algoritmo l’avranno cambiati 1 miliardo di volte per cui quello per cui mi son rovellato non servir pi a niente. Mettiamo che un’alieno del pianeta Papalla trasmetta la partita di un gioco importante nel loro Santiago Bernabeu noi allo stato attuale non possiamo percepire con il radiogonoiometro l’attivit (coi binari) che vi attivit ma non conosceremmo mai la decodificazione per cui quella partita non persa per sempre un giorno la potremmo vedere poich sulla nostra pelle sempre che riusciremmo a decodificarla. Mi spiego meglio per farti entrare nel concetto, quand’ero bambino la tv Italiana trasmetteva in bn Pao-Pao un indianino cartoon, poi Ivanoe e Rintintin queste trasmissioni hanno raggiunto alfa centaury 4 anni dopo alla velocit della luce ora son arrivate a pianeti che distano almeno 55 anni luce in tutto il raggio dell’universo che circonda la terra, per son impregnate in tutta la materia che hanno incontrato nel loro percorso. Siccome l’universo un’intelligenza universale capace di trattare sia la materia organica che la materia inorganica (sappiamo che i cristalli ad esempio, a seconda della loro natura assumono aspetti a base triangolare, quadrata, pentagonale, dodecaedrica ecc.). Senza porci tanti problemi diciamo : “E’ la natura”, certo ma che forze son intervenute per presentarceli siffatti. Poi, tu prima d’esser concepita dov’eri e cosa facevi e dove andrai dopo che sarai defunta. Son gli interrogativi che pochi si pongono ed affidano alla divinit la loro sorte un ottimo metodo per non capire le parti tecniche e lasciare la patata a chi si immola nei meandri della conoscenza. Il Cronovisore che io cos ho chiamato per semplificazione ha immagini chiare ma, istantanee e continue che non son sincrone alla voce che le accompagna, son immagini definibili fotografiche immobili accompagnate da voci fluenti e chiare. E’ raro vedere immagini in movimento ma succede. Non conosco Corsini ma porgigli i miei saluti e sottoponigli le mie analisi. Siccome le onde elettromagnetiche si propagano nello spazio ed occupano tutta la materia allo stesso modo, possono essere riprese rispedite da onde torsionali- scalari a noi stessi e riprese per l’eternit con grande fedelt. Ti dissi che per avere le onde Torsionali mi servivo di diverse caduceus con in parallelo una caterva di condensatori selezionabili a commutazione ed un condensatore variabile per una perfetta sintonia il caduceus coil ed i condensatori + un dioro al germanio OA90 collegato in serie + un mixer di Bf di 8 canali con transistor al germanio Ac 125- 126- 128 ed un’amplificatore con finali al germanio Ac 177VII ed Ac 178VII tutto racchiuso in una doppia gabbia di faraday al Mumetal con un magnete al neodimio posizionabile a regolazione sulla ferrite della caduceus coil per la sintonia anch’essa prelevo il segnale combinato e lo immetto in un trasduttore che immerso in una vaschetta d’acqua. Prelevo il segnale da un’altro trasduttore uguale al trasmittente che funge da ricettore dei segnali purificati dalla memoria dell’acqua. Il monitor complesso poich sviluppa vapore freddo e laser comunque cercher di spiegarti la sua funzione come l’uso del mixer 8 canali una prossima volta, ciao.

      Date: Mon, 21 Oct 2013 21:01:59 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

  • littleflower

    Ciao Carlo, ancora non ho capito come fai a decodificare il segnale. hai detto tu stesso che il problema è tutto li. Cioè una volta intercettato il segnale dove trovi i “codici” di decodificazione per poter trasformare il tutto in immagini con senso compiuto. Hai detto che usi l’acqua per purificare il segnale, mentre mi verrebbe da pensare che sia proprio l’acqua il posto dove andare a recuperare le informazioni sul passato visto appunto la capacità dell’acqua di immagazzinare forme ed emozioni. c’è poi una cosa che vorrei capire, quanto obbiettive sono queste immagini. Cioè la realtà secondo me è diversa per ognuno di noi in quanto si basa su interpretazioni di stimoli esterni. Dato che quello che percepiamo della realtà è solo in parte dovuta agli stimoli stessi, la maggior parte sono aggiunte fatte dal nostro “cervello” sulla base delle nostro personale background. E’ l’interpretazione la cosa importante non l’immagine in se. Quindi quello che registra un cronovisore come il tuo è dato dalla visione della realtà da parte di qualcuno ? cioè tipo la registrazione visiva della realtà da parte di uno spettatore? e se si quanto è obbiettiva l’immagine che se ne trae?

    • carlo piras

      Salve Enrica, se non ricordo male ti chiami cos. Voglio spiegarti che la decodificazione un’operazione di descramblerizzazione che appartiene all’elettronica digitale. E’ molto diversa dalla sincronizzazione che consiste nel far coincidere il fulmine con tuono che hanno diverse velocit per cui prima vedi il fulmine poi percepisci il tuono non son sincroni ma analogici, cerca di seguirmi; nelle immagini televisive v’ un discriminatore che separa le immagini dal suono quindi si hanno due segnali che devono essere sincronizzati per cui a valle presente un generatore di sincronismo che concilia la visione con l’udito. Ci avviene pure fra me e te io prima ti intravedo a 100 metri poi mi giunge il tuo: “Buon giorno Carlo Maria”. Con una linea di ritardo riesco a conciliare il tuo labiale con le tue frasi come se stessi davanti a me conversando con me, dove la percezione di luce e suono son sincrone per il nostro cervello che, con lo spazio (Allontanamento fisico) non percepisce pi la sincronia tra luce e suono ovvero prima percepisce la luce poi il suono. Nel cronovisore quindi va adottata una linea che ritardi la velocit della luce sino a ridurla alla velocit del suono come se io e te fossimo conversando nel tavolino di un bar per un caff dove il ridotto spazio e tempo fa percepire ai nostri sensi la sincronicit. In effetti noi li percepiamo cos ma, cos non in realt fisica poich, uno strumento siffatto ti direbbe: Tu prima hai percepito l’immagine labiale (luce) poi hai percepito il suono della sua voce ma ai nostri sensi appare sincrona eppure son trascorsi dei tempi infinitesimali considerata la distanza fra me e te. Quindi lo spazio-tempo.Noi abbiamo imparato come far viaggiare la voce i movimenti, le memorie a velocit iperluminali che si ritorcono e ricircolano all’infinito per cui con detector appositi possono esser ricatturati. Le cosidette onde torsionali che cavalcano onde scalari ed elettromagnetiche trasversali ritornano a noi istantaneamente dopo aver incontrato uno schermo parabolico nell’universo che i russi chiamano onde torsionali e noi onde scalari ma, son le stesse onde iperluminali. Enrica, voglio chiamarti cos anche per comodit. La suggestione pu essere un fattore influente sui sensi d’una persona che pu portare come tu dici a dei backround a dei dejavu a delle fasi oniriche ma se tutto ci avviene in circostanze di registrazioni su apparati magnetici improbabile siano solo suggestioni personali o collettive. Ciao

      Date: Sat, 26 Oct 2013 13:54:35 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

    • carlo piras

      Cara Enrica, av’aintieri notte s’ tolto la vita per impiccagione Tonio Masia 48 anni mio amico. lo difesi in tribunale ad Oristano contro tutti quelli che lo ritenevano responsabile di aver schiaffeggiato la madre inferma. La madre, in mia presenza mi conferm di non esser mai stata picchiata dal figlio semmai si lament di voci e di minacce del figlio a cui era interdetto persino l’accesso al frigo per potersi sfamare. Tonio non ce l’ha fatta s’ tolto la vita. Intelligentissimo sapeva parlare 6 lingue anche orientali. Oggi son io l’unico a compiangerlo. Kind regards.

      From: aqualung1952@hotmail.it To: comment+pdo5wee4ph5tw_tneg2neujwvtkznvms7jsv2vjbvr8y2-@comment.wordpress.com Subject: RE: [Nuovo commento] ORBS : riflessi, pulviscolo, spiritelli o pensieri.. ? Date: Tue, 29 Oct 2013 01:33:11 +0100

      Salve Enrica, se non ricordo male ti chiami cos. Voglio spiegarti che la decodificazione un’operazione di descramblerizzazione che appartiene all’elettronica digitale. E’ molto diversa dalla sincronizzazione che consiste nel far coincidere il fulmine con tuono che hanno diverse velocit per cui prima vedi il fulmine poi percepisci il tuono non son sincroni ma analogici, cerca di seguirmi; nelle immagini televisive v’ un discriminatore che separa le immagini dal suono quindi si hanno due segnali che devono essere sincronizzati per cui a valle presente un generatore di sincronismo che concilia la visione con l’udito. Ci avviene pure fra me e te io prima ti intravedo a 100 metri poi mi giunge il tuo: “Buon giorno Carlo Maria”. Con una linea di ritardo riesco a conciliare il tuo labiale con le tue frasi come se stessi davanti a me conversando con me, dove la percezione di luce e suono son sincrone per il nostro cervello che, con lo spazio (Allontanamento fisico) non percepisce pi la sincronia tra luce e suono ovvero prima percepisce la luce poi il suono. Nel cronovisore quindi va adottata una linea che ritardi la velocit della luce sino a ridurla alla velocit del suono come se io e te fossimo conversando nel tavolino di un bar per un caff dove il ridotto spazio e tempo fa percepire ai nostri sensi la sincronicit. In effetti noi li percepiamo cos ma, cos non in realt fisica poich, uno strumento siffatto ti direbbe: Tu prima hai percepito l’immagine labiale (luce) poi hai percepito il suono della sua voce ma ai nostri sensi appare sincrona eppure son trascorsi dei tempi infinitesimali considerata la distanza fra me e te. Quindi lo spazio-tempo.Noi abbiamo imparato come far viaggiare la voce i movimenti, le memorie a velocit iperluminali che si ritorcono e ricircolano all’infinito per cui con detector appositi possono esser ricatturati. Le cosidette onde torsionali che cavalcano onde scalari ed elettromagnetiche trasversali ritornano a noi istantaneamente dopo aver incontrato uno schermo parabolico nell’universo che i russi chiamano onde torsionali e noi onde scalari ma, son le stesse onde iperluminali. Enrica, voglio chiamarti cos anche per comodit. La suggestione pu essere un fattore influente sui sensi d’una persona che pu portare come tu dici a dei backround a dei dejavu a delle fasi oniriche ma se tutto ci avviene in circostanze di registrazioni su apparati magnetici improbabile siano solo suggestioni personali o collettive. Ciao

      Date: Sat, 26 Oct 2013 13:54:35 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

      • littleflower

        Ciao Carlo
        mi spiace molto per il tuo amico, anche se non ho capito molto di quello che hai detto perchè è difficile seguirti se non si conosce la storia.E’ sempre molto difficile farsi una ragione quando una persona che si conosce fa un gesto del genere, è un cosa scioccante.

      • carlo piras

        Sai cosa mi sconvolge ulteriormente Enrica? che tu ricevi il mio messaggio prima che io lo abbia trasmesso e pensato e con precisione estrema, io t’ho inviato il messaggio pochi minuti fà ed ora mi trovo una tua constatazione, la ritengo una fase impossibile, sei sicura d’aver letto il mio post?

        Date: Sat, 2 Nov 2013 23:00:18 +0000
        To: aqualung1952@hotmail.it

  • litleflower

    Ciao Carlo
    ho cercato di seguirti ma non so se parliamo della stessa cosa. Quello che voglio dire è che quando le nostre stazioni televisive trasmettono il lor segnale lo fanno con dei sistemi che possono essere PAL SECAM o NTS, può essere alta definizione o con altri sistemi. Ora quando tu ricevi un segnale e lo devi trasformare in un immagine dovresti sapere come è stato spedito. Tenuto conto che l’universo non usa uno standard PAL o del genere.
    Anzi diciamo che sicuramente l’universo trasmette in “analogico”….come fai a trasmettere questo tipo di segnale in qualche cosa di visibile e di udibile? Poi il fatto che il segnale audio e video possano viaggiare a velocità diverse è normale. Quando parli di queste registrazioni mi ricorda delle cose che ho letto anche nel Black Book di Ivomir di cui parlo in questo blog. Nel libro si parla delle memorie Akasike dove tutte le informazioni sono registrate. Quello che vorrei capire è che informazioni vengono registrate ? visto che la realtà è una “interpretazione” delle consapevolezze che la vivono, penso che quello che è registrato non può essere una cosa asettica, ma deve essere il ricordo filtrato dalla consapevolezza di qualcuno. Quindi potrebbero anche esserci più visioni della stessa situazione con diverse prospettive. Io credo che comunque quello che puoi ricevere deve essere qualche cosa che è in qualche modo in sintonia con te.

    • carlo piras

      Perfetta la tua indagine Enrica ma fuori sistema in quanto la codificazione pal, ntscs o secam non sono a mia analisi e tu stessa nella tua intelligenza sconfinata le sconfessi da una analisi sommaria essendo l’universo analogico e torsionale nel nostro immaginario dovremmo percepire le trasmissioni televisive con Mike Bongiorno e Mario Riva, E’ esatta la tua analisi. I tuoi pensieri le tue parole i tuoi movimenti hanno impressionato l’etere sotto forma di muoni che son la nostra anima cosidetta semplificando all’essenza. Appunto la circostansa che l’universo abbia i nostri stessi sensi, udito, olfatto, vista, sapore e tatto altre conoscenze sensibili non ne abbiamo, dicono che le abbiamo perse, io son convinto che non le abbiamo mai avute semmai le abbiamo acquite per l’uso matematico ed algebrico che abbiamo sviluppato nel tempo e che tutavia non si riesce a darne formule certe e stabili. La memoria akasika non ha formule concrete per cui si vaga nel mistero se sia la memoria akashika come la intendo io l’intelligenza dell’universo distribuita equamente in termini di forma, oppure sia solo intelligenza dei vertebrati e pensanti si pu discutere. Le forme son importanti ed essenziali prendi per tutti il batone del sacerdote Aronne fratello del balbuziente Mos, era un caduceo intrecciato di rame che fior secondo la legenda. Il bastone caduceo presente come forma fra gli assiro-babilonesi sumeri come forma universale dettata da Dio o in nome di Dio, stessa effige si ritrova in sculture Atzeche e Maya nel nuovo mondo come la forma piramidale. Gli shardana cotruirono i nuraghi altre forme simboliche. Il mondo antico riponeva devozione sulle forme da cui attingevano vivibilit per cui la forma ha importanza. Io curo moto le forme antiche, provvigione di larga esperienza. Avant’ieri sera s’ impiccato un mio amico , 48 anni era depresso da difficolt esistenziali, molto sensibile ed intelligente parlava e scriveva in 8 lingue diverse, intelligentissimo. Un uomo solo, la sorella e i servizi sociali nonch medici e carabinierilo accusarono d’aver schiaffeggiato la madre inferma che io interrogai la sera e la signora mi disse: “Non mi hai messo mai le mani addosso, mi ha accusato d’averlo partorito e che era meglio che l’avesse partorito una bagassa” questo quello che disse la mamma ed io in tribunale riferii tale circostanza contro a 9 testimoni non presenti tranne la sorella presente quando la mamma di Tonio Masia disse davanti a me ufficiale di polizia giudiziaria le suddette parole. Vennero creduti i falsi testi e fu condannato a due anni di carcere in un manicomio penitenziale a Barcellona in Sicilia. premetto che Tonio non era presente al dibattimento e nemmeno l’accusatrice romena attendente della madre era difeso d’avvocati d’ufficio quindi la mia posizione era di minoranza. Ho avuto la solita sorpresa ieri sera non visiva ma lo scroscio di poster sul muro e poi passi scalzi sul pavimento ed un rumore di biglie di vetro sul pavimento nonch il rumore d’un infrangersi di scaffali. Il mio amico Tonio venuto a trovarmi pensai l’indomani, ieri mattina trovai una piuma celeste dentro il letto. Non ho coccorite e nemmeno i vicini non ne hanno non capisco da dove sia prvenuta Ciao

      Date: Sat, 2 Nov 2013 22:42:23 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

  • litleflower

    buongiorno Carlo,
    la storia del tuo amico è incredibile. In uno stato in cui le persone possono fare le peggiori cose ed essere ignorate dalla giustizia, chi vi cade per errore o per trame assurde, resta impigliato e ne paga le peggiori conseguenze.
    c’è una Meredith che diventa un’immagine culto e altre storie incredibili, una giustizia che ci mette anni per prendere decisioni e lascia liberi i colpevoli fino a far decadere i termini. il tuo amico sulla base di una falsa testimonianza di una badante rumena è stato messo in tso. Mentre probabilmente aveva solo bisogno di un pò di aiuto. Purtroppo le persone estremamente intelligenti o direi geniale come il tua amico, a volte hanno difficoltà di confrontarsi con il mondo reale. Per quanto riguarda invece il sistema con cui tu trasferisci in immagini e quindi in video ed audio i segnali akasici “analogici-torsionali” che ricevi dall’universo.. Inoltre non riesco a capire come tu riesci a gestire nella miriade di informazioni di ricevere immagini che per te hanno un senso compiuto. Voglio dire che pescando nel mare potresti trovare informazioni di tutti i tipi. Memorie di altri esseri che vedono e percepiscono cose che non riusciamo a capire (per dirla come dici tu che hanno altre evoluzioni matematiche ed algebriche..) beh questo è ancora avvolto nel mistero. Io posso capire che queste informazioni siano li a disposizione e anche che tu trovi un sistema per recepirle. Del resto persone sensibili riescono a fare questa cosa naturalmente. Ma le ritrasformano in immagini e suoni attraverso la loro consapevolezza, che è già predisposta ed istruita per fare questo.
    ma non capisco come tu sia riuscito a farlo.

    • carlo piras

      Ciao Enrica succede a volte di trascorrere una nottata intera senza posar la testa sul cuscino per portare a soluzione determinate sperimentazioni o per raggiungere un risultato ripetibile e formularne il contesto. Ti spiego in maniera non tecnica che la visione avviene attraverso un monitor a vapore freddo d’acqua comune con qualche goccia di cloro. Andiamo per ordine. Da quando esiste l’uomo s’ sempre affermato che attraverso il fumo si potessero avere visioni o pattern che sarebbero il pezzo mancante nel mosaico che chiamiamo anche orbs col senno del poi. Elifas Levi autore di 3 tomi sull’alta magia evoc Apollonio da Tiana bruciando incenso, gli apparve proprio Apollonio da Tiana e ne ebbe forte emozione o paura e smise di evocare gli spiriti. Poi negli anni 90 si parl della memoria dell’acqua e dei suoi cluster di memoria e venne presa nel mondo scientifico come una buffonata di bontemponi salvo che qualcuno si ricord d’aver letto che nell’acqua viaggiano anche i solitoni e che la molecola dell’acqua sensibile al magnetismo ed alla luce anche non visibile dal senso umano, ad esempio noi non percepiamo gli infrarossi con gli occhi, li percepiamo col calore, per abbiamo inventato delle telecamere capaci di vedere nel buio totale tramite illuminatori infrarossi capaci di filmare in maniera casuale i cluster che si formano nel vapore d’acqua. Il cloro l’unico elemento chimico conosciuto che riesce a rallentare o catturare i neutrini che hanno molte informazioni da darci che possono essere filmati nel loro assemblamento da una delle telecamere succitate e restituirci il passato il presente ed il futuro in quanto viaggiano a velocit iperluminali ed attraversano noi stessi oltre il pianeta ed in un battibaleno incontrano uno schermo nell’universo in cui rimbalzano e percorrono a ritroso il loro viaggio cavalcando onde torsionali o scalari. Lo schermo dell’universo potrebbe esser costituito di una chimica simile al cloro metallico ma, una mia congettura che non ha valore scientifico. Tu mi dici come fai a sintonizzarti, domanda intelligente infatti, ti parlai di questa difficolt di sintonizazione che sto ancora sperimentando poich tutto casuale non funziona come una radio in cui ti sintonizzi su una stazione, c’ caos e non credo che si possa attivare un’ordine a breve tempo poich occorre capire prima d’ogni altra cosa questo mondo parallelo e le loro regole. Se tu al microfono chiami una persona non sempre risponde quella persona per succede che altri parlano di quella persona e in visione monitoriale vengono registrate altre entit di mia sconoscenza. Ti parlavo proprio di questo problema di sintonia e sincronismo, credo che dovr lavorare molto. Ora sto costruendo un dispositivo ad effetto Backster, in cui prelevo le mie onde cerebrali e miscelo il mio pensiero con le altre fonti, ti parlai di un mixer 8 canali in cui immettere anche le mie onde cerebrali in considerazione che rispondono anche al pensiero d’una domanda quindi qualcosa abbiamo scovato nell’ermetismo di questo mondo parallelo le immagini son completamente scollegate dall’udito per possono talvolta rispondere al pensiero con udito non sincronizzato. Vediamo con questo Backster che fa parlare le piante, vediamo se funziona poi ti far sapere. Un’abbraccio bello.

      Date: Sun, 3 Nov 2013 10:47:42 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

    • carlo piras

      Vedi Enrica la tortuosit del cammino della scienza quando scopri una cosa se ne presentano altre mille concatenate a quella scoperta per cui si ricorre ad un deja vu di conoscenze senza trascurare le banalit di detti od osservazioni effimere di cause ed effetti riposte in cassetti dimenticati. Fatti una domanda e datti una risposta: “come mai s’ arrivati alla costruzione delle valvole termoioniche? (dal diodo ai pentodi) poi sostituiti dalla galena dal germanio dal quarzo e dal silicio, come stato possibile scoprire che un diodo al germanio o alla galena od al silicio potesse sostituire e miniaturizzare ingombranti diodi termoionici (sempre affascinanti), non voglio sapere quel che risponderai, sicuramente, essendo un’acuminata osservatrice non ti mancher l’estro per sviluppare una risposta sintonica. Non voglio nemmeno considerare il fatto che i minerali siano inorganici e sia inorganico tutto ci che ci circonda e non piange e non ride ed apparentemente non ha sentimento per le nostre limitatissime senzazioni ma noi con le nostre tecniche riusciamo a far parlare le pietre in maniera indiretta. Questo fenomeno dovuto alla sintonia delle forme strutturali che si abbinano perfettamente alle pioggie cosmiche da cui ricevono una naturale energizzazione. Hai comprato il libro di Oestrander e Shroeder, leggi il capitolo riguardante le forme e capirai come una forma molecolare pu attrarre e privileggiare le onde cosmiche piuttosto di altre forme sconosciute alle onde cosmiche. Il caduceo conosciuto da tempi millenari come convogliatore e condensatore di onde cosmiche per la sua forma intrecciata in maniera anomala e controversa, io ogni giorno ne invento uno diverso che mi offre tanta passione. Oggi ho comprato un barattolo di olive nere da 3kg non tanto per le olive ma per il contenitore in latta per una gabbia faradeica a cui abbino fogli di mumetal per ridurre l’interferenza di onde elettromagnetiche trasversali. stassera mi faccio la pizza con le olive di cui son ingordo ehehehehehe. Ciao Enrica.

      From: aqualung1952@hotmail.it To: comment+pdo5wee4ph5tw70sql3181_jw4lx2is2ybnq3tk8o-3w3o@comment.wordpress.com Subject: RE: [Nuovo commento] ORBS : riflessi, pulviscolo, spiritelli o pensieri.. ? Date: Mon, 4 Nov 2013 00:40:51 +0100

      Ciao Enrica succede a volte di trascorrere una nottata intera senza posar la testa sul cuscino per portare a soluzione determinate sperimentazioni o per raggiungere un risultato ripetibile e formularne il contesto. Ti spiego in maniera non tecnica che la visione avviene attraverso un monitor a vapore freddo d’acqua comune con qualche goccia di cloro. Andiamo per ordine. Da quando esiste l’uomo s’ sempre affermato che attraverso il fumo si potessero avere visioni o pattern che sarebbero il pezzo mancante nel mosaico che chiamiamo anche orbs col senno del poi. Elifas Levi autore di 3 tomi sull’alta magia evoc Apollonio da Tiana bruciando incenso, gli apparve proprio Apollonio da Tiana e ne ebbe forte emozione o paura e smise di evocare gli spiriti. Poi negli anni 90 si parl della memoria dell’acqua e dei suoi cluster di memoria e venne presa nel mondo scientifico come una buffonata di bontemponi salvo che qualcuno si ricord d’aver letto che nell’acqua viaggiano anche i solitoni e che la molecola dell’acqua sensibile al magnetismo ed alla luce anche non visibile dal senso umano, ad esempio noi non percepiamo gli infrarossi con gli occhi, li percepiamo col calore, per abbiamo inventato delle telecamere capaci di vedere nel buio totale tramite illuminatori infrarossi capaci di filmare in maniera casuale i cluster che si formano nel vapore d’acqua. Il cloro l’unico elemento chimico conosciuto che riesce a rallentare o catturare i neutrini che hanno molte informazioni da darci che possono essere filmati nel loro assemblamento da una delle telecamere succitate e restituirci il passato il presente ed il futuro in quanto viaggiano a velocit iperluminali ed attraversano noi stessi oltre il pianeta ed in un battibaleno incontrano uno schermo nell’universo in cui rimbalzano e percorrono a ritroso il loro viaggio cavalcando onde torsionali o scalari. Lo schermo dell’universo potrebbe esser costituito di una chimica simile al cloro metallico ma, una mia congettura che non ha valore scientifico. Tu mi dici come fai a sintonizzarti, domanda intelligente infatti, ti parlai di questa difficolt di sintonizazione che sto ancora sperimentando poich tutto casuale non funziona come una radio in cui ti sintonizzi su una stazione, c’ caos e non credo che si possa attivare un’ordine a breve tempo poich occorre capire prima d’ogni altra cosa questo mondo parallelo e le loro regole. Se tu al microfono chiami una persona non sempre risponde quella persona per succede che altri parlano di quella persona e in visione monitoriale vengono registrate altre entit di mia sconoscenza. Ti parlavo proprio di questo problema di sintonia e sincronismo, credo che dovr lavorare molto. Ora sto costruendo un dispositivo ad effetto Backster, in cui prelevo le mie onde cerebrali e miscelo il mio pensiero con le altre fonti, ti parlai di un mixer 8 canali in cui immettere anche le mie onde cerebrali in considerazione che rispondono anche al pensiero d’una domanda quindi qualcosa abbiamo scovato nell’ermetismo di questo mondo parallelo le immagini son completamente scollegate dall’udito per possono talvolta rispondere al pensiero con udito non sincronizzato. Vediamo con questo Backster che fa parlare le piante, vediamo se funziona poi ti far sapere. Un’abbraccio bello.

      Date: Sun, 3 Nov 2013 10:47:42 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

    • carlo piras

      Ahahaha questo testa di cazzo vorrebbe farci annegare uno stronzo, ha capito l’acqua. glguglu glu annego ehehehe, son Lucifero idiota dove vuoi arrivare? sono un sant e qui finisce la comunicazione registrata ed audibile da tutti perch chiara Tu diresti una situazione akashika, anch’io lo penso ma non ne ho convinzione- Ciao amica cara.

      Date: Sun, 3 Nov 2013 10:47:42 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

    • carlo piras

      Salve Enrica, la sintonizzazione ti confesso molto difficile a volte casuale e come dissi non rispondente alla sincronia tratizionale presente nei nostri schermi televisivi. E’ un rapporto auditivo fedele che non si concilia con le immagini rapportate in fase nebulosa da una telecamerina che riprende registra fasi e volti in maniera fedele che intendo riservare la riproduzione in quanto vi son visi dolci commisti a visi orribili ed ateggiamenti riprovevoli che la psiche umana potrebbe riprovare fortemente. Son simili ai volti delle fasi preoniriche che terrorizzano molte persone labili ed alcolisti professionali che hanno una distorsione delle immagini per cui colgono quei volti minacciosi anche in normali programmi televisivi, infatti, la prima domanda che pongono gli psichiatri : “lei sig.ra/re ha mai notato persone o cose che possono minacciarla in televisione?” Il 100% dei pazienti risponde affermativamente. Alcuni raccontano la deformazione dei visi e degli occhi e di sentire minacce sull’incolumit propria e della loro famiglia. Io riesco a cogliere queste immagini distorte chiaramente ma non sincroniche alle voci. Un abbraccio bello Enrica, se puoi aiutarmi nei miei esperimenti ti sar grato. Grazie.

      From: aqualung1952@hotmail.it To: comment+pdo5wee4ph5tw70sql3181_jw4lx2is2ybnq3tk8o-3w3o@comment.wordpress.com Subject: RE: [Nuovo commento] ORBS : riflessi, pulviscolo, spiritelli o pensieri.. ? Date: Mon, 4 Nov 2013 21:40:24 +0100

      Ahahaha questo testa di cazzo vorrebbe farci annegare uno stronzo, ha capito l’acqua. glguglu glu annego ehehehe, son Lucifero idiota dove vuoi arrivare? sono un sant e qui finisce la comunicazione registrata ed audibile da tutti perch chiara Tu diresti una situazione akashika, anch’io lo penso ma non ne ho convinzione- Ciao amica cara.

      Date: Sun, 3 Nov 2013 10:47:42 +0000 To: aqualung1952@hotmail.it

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: