Lo straordinario generatore S.G.W.N.

S=Stop –  G=global –  W=warming  – N= now

I Giroscopi hanno sempre affascinato gli scienziati per i loro  strani  comportamenti. Anche agli addetti ai lavori il funzionamento del giroscopio appare a volte bizzarro e difficile da comprendere:

giroscopio01

Si sente parlare ultimamente  di un interessante brevetto che probabilmente sfrutta il moto di precessione giroscopico.

Tre ingegneri di cui due egiziani ed un italiano  hanno fatto la presentazione in Egitto di un generatore che  è stato chiamato S.G.W.N.  Si tratta di un apparato giroscopico in grado di produrre 300 kW di potenza elettrica in uscita, senza apparente alimentazione.

Nella presentazione vengono date le seguenti  informazioni sul generatore:

l’apparato testato ha funzionato per sei mesi ininterrottamente producendo costantemente circa  300 kW di potenza in uscita funzionando 24h su 24h.

Il costo della meccanica per la costruzione di un generatore di questo tipo è valutato in 100 mila euro, che vengono completamente ammortizzati dal valore dell’energia prodotta in meno di un anno di funzionamento ai costi attuali.

La manutenzione è modesta e riguarda il cambio dei cuscinetti rotanti, che viene fatto una volta all’anno con un fermo macchina di 15 giorni.

Questi dati sono sbalorditivi e  se venisse dimostrato da ulteriori test sembrerebbe di avere trovato la soluzione al problema di trovare fonti energetiche alternative pulite.

Dato che i tre ricercatori sostengono che  l’apparato funziona rispettando tutti i principi della fisica, compreso quello della conservazione dell’energia abbiamo chiesto ad un fisico se questo potrebbe essere  vero e come potrebbe funzionare l’apparato.

Ecco la nostra intervista :

Esistono principi fisici che potrebbero giustificare i dati proposti dal GENERATORE S.G.W.N.?

Dobbiamo ricordare le caratteristiche del funzionamento di uno giroscopio.

precessione

una trottola rotante mantiene sempre fisso l’asse di rotazione rispetto a degli assi di riferimento assoluti non legati al moto della terra, ne del sole . Quindi, in linea di principio se si osservasse una grossa trottola sospesa nel vuoto con l’asse verticale non collegata al pavimento, si avrebbe l’impressione di un continuo movimento dell’asse di rotazione rispetto al nostro orizzonte. In realtà quello che osserveremmo è un moto apparente, esattamente come quando osserviamo il sole e lo vediamo ruotare rispetto a noi, mentre in realtà è la terra che ruotando attorno a se stessa  crea l’illusione del movimento solare. 

Questo cosa comporta ?

Occorre tenere presente un secondo dato, se su questa ipotetica trottola si esercitasse una forza in grado di modificare la direzione del suo asse, la trottola risponderebbe in modo molto strano (effetto giroscopico). La prima impressione è che l’asse non si sposti seguendo la direzione della forza applicata, ma invece comparirebbe una forza perpendicolare chiamata forza di precessione

trottola2

Può chiarire meglio questo concetto?

Pensiamo di agganciare  l’asse di rotazione della trottola in modo solidale al terreno. Se ipotizziamo che l’asse sia posto in modo perfettamente verticale al terreno, applicando una forza di trazione sull’estremità in alto dell’asse di rotazione, vedremmo che esso non seguirà la direzione della forza applicata, ma l’asse presenterà un movimento di precessione come in queste immagini:

giroscopio2

rotazioneorizzontale

E questa cosa è sfruttabile per ricavare energia?

La forza di precessione è  proporzionale alla forza utilizzata per cambiare la direzione dell’asse. Quindi in linea teorica se applicassimo un’enorme forza per cambiare la direzione dell’asse, ricaveremmo una proporzionale enorme forza laterale di precessione.

Ma se la forza la diamo noi non c’è nessun guadagno!

Sì! Ha centrato il problema, occorre trovare qualcuno o qualcosa che abbia un’enorme forza e che generosamente  agisca “gratuitamente” al posto nostro per spostare l’asse di rotazione della trottola. Questo gigante buono potrebbe essere dato dal nostro pianeta.

In che senso?

Occorre capire un concetto importante, la verticale al terreno in un dato luogo, cambia continuamente se la riferiamo a degli ipotetici assi assoluti dell’universo. L’osservatore locale non percepisce la variazione di direzione essendo immerso nel moto circolare uniforme. In pratica il punto di riferimento dell’osservatore locale è il suo orizzonte. Egli non si accorge che la verticale ha cambiato direzione rispetto agli assi universali.

sistemaassoluto

Se riusciamo ad agganciare la trottola al terreno, il pianeta terra nel suo movimento cercherà di inclinare l’asse della trottola. Ovviamente la forza di trazione data dall’inerzia di rotazione del pianeta è immensa e “gratuita”.

Questo mi fa pensare che la terra subirebbe comunque un rallentamento nella sua rotazione.

Esatto, l’energia non sarebbe gratuita, ma a spese di un rallentamento della rotazione della terra che  a lungo andare cederebbe un po’ della sua velocità di rotazione allungando il giorno.

Mi sembra pericoloso..

in questo momento non mi è possibile fare dei calcoli precisi, ma in prima approssimazione, direi che se tutta l’energia consumata oggi da questa civiltà  provenisse da questa fonte, ci vorrebbero qualche milione di anni per ridurre la rotazione giornaliera  di un minuto. In verità  il rallentamento esiste già ed è dovuto alla luna che con le maree crea una forza d’attrito che rallenta la terra.

Direi che per i primi mille anni la cosa  è accettabile.

Esatto, si tratterebbe di un energia pulita, pochissimo invasiva in relazione ai tempi umani.

Secondo lei è questo il principio che viene sfruttato per fare funzionare il generatore?

Beh, io non vedo alternative. Certo che oltre al moto di rotazione della terra occorre considerare anche altri moti come quello di rivoluzione attorno al sole e traslazione del sistema solare nella galassia, però direi che il moto sfruttabile è quello di rotazione.

Come pensa abbiano fatto tecnicamente?

La teoria è alla portata di qualsiasi fisico, ma la soluzione tecnica appare piuttosto complessa in quanto occorre capire che il movimento di precessione indotto è piccolissimo anche se è dotato di enorme forza.

Si tratta di utilizzare in modo corretto questa enorme forza, tramite un sistema di ingranaggi che amplifichino enormemente il moto, come avviene  nei cambi della bicicletta. Con una serie di di moltipliche opportune il primo ingranaggio ruota piano mentre l’ultimo è velocissimo.

Quindi è probabile che dentro al cono che si vede nella presentazione ci siano degli ingranaggi rotanti?

Direi di sì, ma non so dire quale soluzione sia stata trovata per ottenere gli strabilianti risultati che vengono citati nella presentazione.  E’ un caso in cui il principio fisico è chiaro ma la soluzione tecnica, per sfruttarlo non è altrettanto chiara. Se ce l’hanno fatta, come sembra, sono stati bravissimi. Sicuramente l’apparato di sincronizzazione deve coniugare una robustezza notevole con una precisione micrometrica. Mi sembra un po’ lo stesso problema che si ha nel movimento dei giganteschi telescopi moderni.

Appendice matematica:

giroscopio4

Se il valore scalare I è il momento di inerzia

il vettore ω è la velocità angolare

La velocità di rotazione di precessione ωè direttamente proporzionale alla forza peso applicata per spostare la direzione dell’asse, direttamente proporzionale al raggio di rotazione, e inversamente proporzionale al momento d’inerzia e alla velocità di rotazione.

Ωp= (m*g*r)/(I*ω)

 

Nel nostro caso  agirà una coppia  di forze che tenderà a modificare l’inclinazione del perno di un angolo φ pari a 0,004167° per ogni secondo. Questo produrrà un moto di precessione costante.

https://www.youtube.com/watch?v=qLP9BEPMeWA

https://www.youtube.com/watch?v=ntWp5f2539s

https://www.youtube.com/watch?v=G79miqRkx7A


Relazione sulla presentazione del  GENERATORE S.G.W.N.      sgwn

 

 

 

Fonte: s-g-w-n-generator_english-1-1

Non è così semplice presentare questo sistema perché  unisce diverse teorie multidisciplinari, partendo dalla teoria del “GIROSCOPIO” alla fisica classica e varie specializzazioni che vanno dalla fisica, alla matematica, Meccanica classica, geodesia, Geofisica Elettro tecnologia, magnetismo ed ecc .

Sulla base di questi concetti è concentrata lo  sforzo di esperimenti e studi effettuati dal nostro team di ingegneri sviluppatori esperti tecnici per costruire macchine diverse per la produzione di energia pulita e rinnovabile.

Tra i numerosi tentativi di possibili soluzioni per la produzione di   elettricità rinnovabile, solo uno di loro ha dato ottimi risultati e anche sorprendente perché è attualmente l’unica tecnologia al mondo con una licenza mondiale che può dare come primo risultato una potenza elettrica di circa 300 kWh.

L’impianto ha una forma geometrica “tronco-conico” con le seguenti dimensioni:

diametro del cerchio di base 2,50 m, diametro del cerchio superiore di 1,20 m ed un’altezza della tronco 6 m.

SPECIFICHE ELETTRICHE

Sgwn-300  Potenza 280 kW

Energia  280 kWh di lavoro in uscita.

Range  temperatura (- 40°: 50°) gradi centigradi.

Umidità relativa – il 90%

Tensione del generatore di tensione del terminale: 380 V +/- 5%

Frequenza di sistema: 50: 60 Hz

I limiti di frequenza dell’Unità SGWN per il funzionamento in continuo deve essere tra la gamma di 58,2 Hz e 61,5

Rapporto cortocircuito (saturo) il valore misurato del rapporto cortocircuito valutazione MVA e tensione nominale non deve essere inferiore a 0,47.

È una macchina costruita manualmente in parte (20%) montata in laboratorio con componenti meccanici esistenti sul mercato mondiale e la parte restante (80%) è prodotta e adattata dal nostro gruppo di ingegneri esperti in base alla esigenze del tempo durante la costruzione dei componenti.

Il sistema è costituito da due motori elettrici inseriti uno all’estremità superiore dell’involucro metallico troncoconico e l’altro  (con funzione di alternatore) collegato alla base ad un asse di rotazione.

Per motivi di sicurezza e per la protezione del brevetto  di questo rivoluzionaria la scoperta, in questa “prima presentazione” non possiamo  svelare il meccanismo all’interno del metallo troncoconico, probabilmente in futuro quando i  governi  aderiranno al programma, sarà possibile dare maggiori dettagli e ulteriori informazioni del sistema per garantire la produzione a livello industriale.

sgwn

Per ora possiamo solo dire in questa breve presentazione che si tratta di un sistema meccanico che opere in conformità con i principi e le leggi che appartengono alle discipline di cui sopra e che, partendo da una potenza elettrica iniziale del motore posto sopra l’involucro metallico di circa 2 kW  Il risultato finale compiuto dal  sistema meccanico  posto all’interno della struttura, porta in uscita  una potenza elettrica da utilizzabile  pari a circa 300 kW che può essere estesa a 5000 valori kW con l’aggiunta di altri moduli.

E ‘importante precisare che il sistema (motore in alto) richiede l’alimentazione elettrica di partenza di circa 2 kW per circa 2/3 minuti, il tempo di   portare a piena velocità di rotazione  i meccanismi interni del sistema, ovviamente questo dispendio energetico  poi viene recuperato dalla potenza finale  in uscita. Una volta avviato, il mantenimento della rotazione è  autonomo, volendo scollegarsi completamente da qualsiasi alimentazione esterna  basta predisporre  una batteria di accumulo. Alla fine il sistema eroga  una corrente elettrica trifase generatore (380 V) di energia elettrica .

Si devono prevedere dei controlli e manutenzione ordinaria e riparazioni periodicamente, almeno una volta all’anno.

È importante sottolineare che il sistema non produce alcun tipo di odore  non trasforma niente, quindi  non avrà alcun tipo di problema per superare  test ecologici e ottenere certificazioni  per quanto riguarda il “problema di impatto ambientale”. Qualora venga installato sottoterra non ci saranno neanche vincoli  paesaggistici o problemi di  qualsiasi disturbo e rumore.

“Questo cambierà il mondo dell’energia per sempre” e così anche la vostra vita.

Il generatore elettrico così concepito e costruito  per la prima volta rappresenta un importante scoperta per il mondo,  possiamo dichiarare di aver raggiunto la vetta dei risultati rispetto alle attuali tecnologie . Possiamo dire di essere proprietari di un “Rivoluzionario impianto unico nel suo genere al  MONDO” per la sua caratteristiche e prestazioni, che produce energia elettrica pulita, rinnovabile senza necessità di risorse alternative per la trasformazione in energia elettrica come combustibile, rifiuti, energia solare, eolica, ecc e quindi non brucia nulla non produce fumo o altre tossine che danneggiano  l’ambiente e la salute delle popolazioni di tutto il mondo.

sgwn3

sgwn4.jpg

Da queste dichiarazioni, sembrerebbe che questa scoperta  tecnologica, costruita dal nostro team di esperti ingegneri, generi  energia dal nulla, non rispettando  i principi e le leggi delle scienze e riconosciuti dalla comunità scientifica mondiale.

Invece è importante riconoscere che questa tecnologia che produce energia pulita  rispetta i principi di conservazione dell’energia e della massa: “nulla si crea, nulla è distrugge ma tutto si trasforma “

A questo punto la domanda che si pone è:

Da dove ha origine l’energia prodotta dalla macchina rivoluzionaria per mantenere se stesso in funzionamento continuo?

La risposta che possiamo dare ora in questa breve presentazione, pur sempre mantenendo la privacy per la  protezione dei brevetti è:

L’energia prodotta da questa macchina è originato da un insieme di caratteristiche fisico-meccaniche e processi gravitazionali, che prendendo in considerazione la “Teoria del giroscopio” da come risultato finale la produzione di energia superiore a quello di origine e quindi anche una maggiore potenza elettrica da utilizzare.

Dopo questa breve presentazione dell’ultima generazione del generatore è importante  che i governi riflettano e prendano  seriamente in considerazione l’esistenza di questa tecnologia e  verifichino i suoi  potenziali, i vantaggi e i benefici che si possono trarre dalla produzione su scala industriale e dalla installazione per interi paesi.

Questo sicuramente aiuterà a salvare il mondo dal punto di vista della salute del nostro pianeta e delle persone che vi abitano dal momento che il generatore produce energia totalmente pulita senza alcun inquinamento.

Il processo di produzione di energia farà risparmiare miliardi di dollari nelle casse del governo, e la costruzione di questi impianti  porrà finalmente fine dell’età di petrolio e gas usati  come combustibili.

Con l’introduzione di questa eccezionale tecnologia, il concetto di generatori di corrente esistenti (come ad esempio il fotovoltaico, termico, ecc) perderà di  valore,  se confrontato in termini di inquinamento di efficienza, costi, spazi,ecc, con questo  generatore di corrente. Questa  tecnologia, con i suoi vantaggi e le potenzialità , potrà introdurre una nuova mentalità e un nuovo modo di vivere,  senza danneggiare  l’equilibrio naturale del nostro pianeta e quindi senza creare i disastri come  è già successo in passato, sicuramente inevitabilmente obbligheranno tutte le coscienze umane a cambiare rotta e dirigersi verso la strada giusta: “LA VIA DELLA SALVEZZA  DEL PIANETA” e quindi l’economia mondiale.

Ora è importante  concentrarsi su questo impressionante scoperta  per rimediare agli eventi che l’uomo stesso ha prodotto su questo pianeta con l’inquinamento da fumi e veleni rilasciati nell’atmosfera, dopo un lungo periodo negativo storico nel mondo così, questa scoperta di questa tecnologia rivoluzionaria arriva al momento giusto per correggere ed equilibrare la situazione energetica e l’attività economica globale, come la realizzazione di esso nel mondo, contribuirà a riequilibrare gli sfasamenti creati dall’inquinamento dall’uomo e quindi tutti quei problemi energetici del paese e di conseguenza la crisi del mondo delle popolazioni attuali e delle generazioni future.

sgwn2

Ing. Mahmoud Yagub

Dr. Tarek Ramadan Ibraim Ali Hashem

Ing. Marcello Patti


 

 

23 pensieri riguardo “Lo straordinario generatore S.G.W.N.”

  1. La Giuliana Conforto parla del doppio moto del nucleo terrestre, uno gira verso destra, e l’altro, con diversa velocità, verso sinistra. Su questo moto io sono pienamente d’accordo.
    Però non so se si può parlare di moto giroscopico sottoposto ad una forza di precessione. Mi piacerebbe saperne cosa se ne pensa.
    Potete sottoporre la domanda anche a Giuliana? Grazie.

    1. Non ho contatti diretti con la Signora Conforto e a dire il vero personalmente ritengo, anche dopo aver partecipato ad un suo convegno, che quello che dice deve essere preso molto ma molto con le pinze. In ogni caso la questione sarebbe un po’ fuori tema perchè qui non si valuta sul come o il perchè la terra si comporta in un certo modo, ma si valuta la possibilità di usare il moto terrestre in abbinamento ad una specie di giroscopio per ricavare energia.

  2. I have free energy generator more easy than thid one
    3 kva to megawatts
    Cheep taiks no place
    No nowise
    We can cooprate
    Thanks
    You can see vedioes on youtup mustafa gharabawi
    You write in arabic
    كيف تحصل على كهرباء مجانيه ١٦٠٠٠ وات مصطفى الغرباوى

  3. L’intervistatore:
    “Questo mi fa pensare che la terra subirebbe comunque un rallentamento nella sua rotazione.”

    Risposta dell’intervistato:
    “Esatto, l’energia non sarebbe gratuita, ma a spese di un rallentamento della rotazione della terra che a lungo andare cederebbe un po’ della sua velocità di rotazione allungando il giorno.”

    Mi spiace ma questa “teoria” è completamente errata, a questi signori mancano le basi della Fisica/Meccanica elementare. E’ sufficiente conoscere le nozioni di Fisica del Liceo per smontare questa bufala, che può far presa e suggestionare il pubblico ma solo per ignoranza.

    Il momento angolare del sistema (terra-SGWN) si conserva nel tempo perché nel caso specifico è nullo il momento totale delle forze ESTERNE che agiscono su di esso. E’ la legge di conservazione del Momento angolare.

    Per rallentare la rotazione terrestre devi spendere energia, se ci fa caso per prima cosa forniscono energia al cosiddetto “generatore” (usano motori elettrici), per poi eventualmente poterne riprendere una quota parte.
    Questo “generatore” non funziona affatto e da esso non si produrrà alcuna energia.

    Come fatto altre volte, La invito ancora una volta a rivolgersi ad un Dipartimento di Fisica (di una rinomata Facoltà universitaria, scelga pure quella a lei più vicina). Lì Le chiariranno ulteriormente le idee (magari è anche una occasione per studiare) in modo da non pubblicare e dar spazio (attribuendo un valore straordinario) a roba di questo tipo, magari pensando che ciò che questa gente propaganda in giro risponda in qualche modo al vero.

    Leggendo qualche risposta ai commenti mi pare che qualche dubbio Le sia sorto, dia retta al mio consiglio.

    La saluto

    1. Un mese fa Le avevo scritto un ulteriore commento informativo che non è mai apparso, un commento che allora risulta in moderazione.
      Se questo Post (come sembra) è andato in letargo allora è un buon segno, spero che questa bufala (da Lei propagandata, e non è l’unica) vada ad auto esaurirsi per manifesta forloccaggine, almeno fino al prossimo disinformato blogger che in futuro la propinerà ai suoi ignari o incauti lettori.

      1. non ho bloccato alcun commento solo che non gli ho dato peso.
        lei ha fatto il suo commento e l’ho lasciato nel blog. avrei potuto toglierlo. Mi fa piacere che lei viva nella certezza totale che le leggi della fisica conosciuta abbiano risposte esaustive a tutto quello che ci circonda.
        Comunque il suo commento è vago e non ritengo necessiti di risposta
        io continuo a trovare cose che non quadrano e a cui le risposte sono autoreferenziali e poco convincenti.
        il funzionamento dei giroscopi ha affascinato e continua ad affascinare moltissimi scienziati, che non trovano il loro funzionamento cosi banale.
        se pensa che questa cosa del SGWN sia una panzanata non capisco quale sia il suo problema a perchè continua a dargli peso?
        questo non è un sito scientifico questo articolo non ha lo scopo di chieder finanziamenti o di fare proselitismo e non capisco perche perde il suo prezioso tempo con persone come me che non meritano il suo interesse (peraltro non richiesto).

      2. @ Littleflower
        non ho bloccato alcun commento solo che non gli ho dato peso.
        Non ho parlato di “commento bloccato” ma di commento che da oltre un mese risulta “in moderazione”. Comunque quel commento, a cui Lei ovviamente non ha dato peso, riportava (a lei e ai suoi lettori) una ulteriore notizia a proposito dei personaggi che cita nel suo Post.
        Infatti si voleva far notare che:
        – sia la compagnia “Graviton H&P Ltd” (1),
        – sia la compagnia “G. A. M. Studies, Reaserch, Realization & Development Projects Ltd” (2),
        – sia la compagnia “P M – Development Businesses And Trade Ltd” (3),
        in carico ai famosi protagonisti del SGWN (quelli da Lei citati nel Post), risultano DISSOLVED
        Inoltre nel commento erano riportate le fonti da cui la notizia è tratta, cioè i tre link del database (UK) ufficiale per una sua eventuale verifica.
        Guardi bene tra i commenti fermi in moderazione e così magari lo può pubblicare.

        Comunque il suo commento è vago e non ritengo necessiti di risposta
        io continuo a trovare cose che non quadrano e a cui le risposte sono autoreferenziali e poco convincenti.

        Se farle notare che quello che hanno scritto è palesemente smentito dalle leggi della Fisica (le ho citate specificatamente) è per lei “vago”, mi dispiace ma non posso che invitarla a mettersi a studiare un po’ di Fisica di base (come appunto più ho fatto) invece dar credito a certi miti.
        Per curiosità, quali sarebbero queste “cose” che a Lei “non quadrano”? Pensa forse che la legge di conservazione del Momento angolare sia una leggenda?

        il funzionamento dei giroscopi ha affascinato e continua ad affascinare moltissimi scienziati, che non trovano il loro funzionamento cosi banale.
        Il presunto “fascino” per il giroscopio cosa c’entra con il credito verso una bufala come SGWN?
        A me risulta (e anche alla comunità scientifica) che da molto tempo specifiche leggi fisiche spiegano il funzionamento del giroscopio per cui se di “fascino” di vuole parlare esso non deriva certo dalla non conoscenza di come funziona.

        se pensa che questa cosa del SGWN sia una panzanata non capisco quale sia il suo problema a perchè continua a dargli peso?
        Semplicemente perché temo che (in assenza di un contraddittorio) chi eventualmente legge quello che Lei scrive qui (e magari non possedesse una cultura sufficientemente scientifica) potrebbe credere alle “panzanate” (ho usato la sua definizione) che riporta.

        questo non è un sito scientifico questo articolo non ha lo scopo di chieder finanziamenti o di fare proselitismo e non capisco perché perde il suo prezioso tempo con persone come me che non meritano il suo interesse (peraltro non richiesto).
        Che il Suo non fosse un sito scientifico lo si capisce subito (e non solo da questo Post), ma questo non vuol comporta affatto il dar credito a certe “panzanate”, con il rischio di fare del proselitismo (anche se solo involontariamente).
        La speranza è che, facendoLe notare le palesi incongruenze che ci sono dietro certe storie, magari anche Lei un giorno rifletta sulla differenza che esiste tra certi miti e la realtà delle cose.

  4. bene allora lei qui ha avuto la possibilità di di dire la sua opinione. Lo ha fatto sempre rimanendo sul vago e con molta supponenza agitando i libri di fisica classica come unica verità (un pò come facevano i preti nel tempo dell’inquisizione). Pertanto il suo commento vale tanto quanto il mio. A lei non piace il mio sito e me ne faro’ una ragione. Questo sito proselitismo non può fare quindi stia ben tranquillo, i suoi timori non hanno ragione di essere. Quello che può al massimo può fare è spingere qualcuno ad interessarsi di più di certi argomenti e magari a trovare come lei rassicurazioni nei libri di fisica (quindi avrà raggiunto il suo scopo=. Per lei è tutto già bello e spiegato e quelli che come me si fanno qualche domanda in più su certe incongruenze sono solo allocchi. Quindi visto che tanto siamo noi in errore lei può dormire sonni tranquilli perchè non possiamo nuocerle in nessuna maniera. E il suo aiuto per redimerci non è ne richiesto e nel mio caso neanche apprezzato. preferisco rimanere nella mia ignoranza se questo vuole dire farsi delle domande e guardare le cose con spirito critico senza accontentarmi del fatto che è tutto spiegato se per me le spiegazioni non convincono.

    1. @ Littleflower
      Pertanto il suo commento vale tanto quanto il mio.
      Mi spiace ma non è così e le ricordo che non siamo più ai tempi dell’inquisizione.
      Se Lei nel 2019 ancora ignora leggi della Fisica dimostrate, verificate e di conoscenza comune, il suo parere ha valore solo per Lei.

      Le ho spiegato a parole (brevemente e senza usare formule) come il principio di conservazione del Momento angolare contraddica palesemente l’ipotesi SGWN, purtroppo il suo “rigetto” delle conoscenze pregresse mi da poco spazio per approfondire il dibattito.

      Se pensa che i “libri” di Fisica siano dei dogmi si sbaglia di grosso, fa palese confusione tra la fede e la scienza.
      I libri scientifici riportano solo le conoscenze acquisite dall’uomo in secoli e secoli di studi, esperimenti e verifiche.
      E’ vero che ignoriamo molte cose, ma di alcune invece sappiamo come funzionano per cui le conoscenze acquisite vanno tenute nella dovuta considerazione, almeno fino a prova contraria.
      Quando dimostrerà che quello che sostiene smentisce tutto quello che la Fisica ha già dimostrato, solo allora potrà mettere sullo stesso piano il suo pensiero non rispetto al mio, ma a quello della Scienza.

      Qui non si tratta di opinioni, è in grado di portare una dimostrazione (verificabile in modo scientifico) di quello che sostiene?
      Se sì mostri le prove, altrimenti fino a quando non sarà in grado di farlo, Le consiglio di cercare di capire bene la differenza che esiste tra quello che crede (o spera) e la realtà dei fatti.
      Che le piaccia o meno ciò che distingue la Scienza dal raccontar favolette, sono proprio le evidenze scientifiche, prove che bisogna mostrare per poter affermare certe cose.
      Fino ad ora ha solo citato tre personaggi le cui attività (Graviton H&P Ltd, G. A. M. Studies, Reaserch, Realization & Development Projects Ltd, P M – Development Businesses And Trade Ltd), tra l’altro si sono dissolte nel nulla.

      1. Essendo abituato a mostrare le prove di quello che scrivo, di seguito riporto nuovamente quanto contenuto nel mio vecchio commento del 2 Maggio 2019, non pubblicato.
        Inserisco link in tre separati commenti, per non incappare magari nella moderazione automatica del sito.
        Il primo:
        Compagnia: “Graviton H&P Ltd” (1)
        in carico a Marcello Patti e Tarek Ramadan Ibraim Ali Hashem, risulta DISSOLVED.

        (1) https://beta.companieshouse.gov.uk/company/10469672/officers

    1. ci possono essere molte ragioni per il “dissolvimento” di queste compagnie e non mi interessa
      Già ma la prima e la più importante ragione è che SGWN non può funzionare così come viene propagandato.
      Fa male a non interessarsi e non porsi la questione, se lo scopo è davvero quello di voler capire come in realtà stanno le cose.

      quello che trovo strano è il tuo accanimento terapeutico….
      Credo che portare fatti, documenti e leggi fisiche, al fine di confutare determinate affermazioni, credenze o bufale, non possa essere definito “accanimento terapeutico” a meno che (patologicamente) chi scrive certi Post non prediliga unicamente il fermarsi alle “panzanate”, senza intenzione di capire qual è la situazione reale.
      La saluto.

  5. Vedo che c’è ancora diatriba o “accanimento terapeutico”
    Avevo visto il Post di Franco Morici
    Che citava:
    Risposta dell’intervistato:
    “Esatto, l’energia non sarebbe gratuita, ma a spese di un rallentamento della rotazione della terra che a lungo andare cederebbe un po’ della sua velocità di rotazione allungando il giorno.”

    e diceva:
    Mi spiace ma questa “teoria” è completamente errata, a questi signori mancano le basi della Fisica/Meccanica elementare. E’ sufficiente conoscere le nozioni di Fisica del Liceo per smontare questa bufala, che può far presa e suggestionare il pubblico ma solo per ignoranza.

    Al dire di Morici avevo sorriso e pensato: questi ingegneri… bravi ad applicare ma lenti ad aprirsi.
    Rimanendo nella fisica conosciuta: Quello che si conserva è il momento angolare complessivo. Provo a spiegare all’ing. un concetto dilatato di conservazione se considera un sistema isolato formato da due trottole una grande e una piccola che interagiscono, se veramente isolato il sistema nel complesso conserva il momento angolare, ma può essere che la trottola grande perda rotazione che passa alla trottola piccola. Un osservatore se guarda SOLO la trottola grande e non conosce a fondo le leggi direbbe che essa non può cambiare di momento angolare.
    Il problema è piuttosto il capire come possano le forze interne realizzare questo, esplosioni, collisioni….
    Eppure lo fanno! Si pensi al sistema solare è in continua evoluzione. La nebulosa iniziale aveva lo stesso momento angolare attuale, quel momento angolare si è frazionato: rotazione dei pianeti, rivoluzione dei pianeti, idem per asteroidi, polvere…) Oggi nel ricalcolo del momento angolare complessivo occorrerebbe tener conto perfino della rotazione di ogni granello di polvere, di ogni molecola… All’interno del sistema c’è un continuo scambio di momenti angolari delle singole parti.
    Insomma nulla vieta che un corpo esploda si frazioni in microparticelle rotanti ma la somma darà sempre il momento totale iniziale.
    Quello che chiedo all’ing. è: se io metto in rotazione una trottola imperniata in basso al pianeta Terra ci sarà o meno secondo lui una forza laterale che tende a generare il moto di precessione?
    Se c’è questa forza può generare lavoro?
    Sul sistema isolato vorrei chiedere: è più intensa la forza di gravità del Sole che è lontano o quella della Luna che provoca le maree? (La risposta potrebbe non essere così scontata dalle apparenze)

    In aggiunta siamo sicuri che il sistema sia veramente isolato? Quanto meno c’è energia luminosa che va e viene. Siamo sicuri che non ci siano dimensioni sconosciute, come suppongono le teorie più moderne?
    Pensavamo che le galassie in espansione decelerassero invece accelerano.!??? Abbiamo dovuto introdurre il concetto di “energia oscura” accanto alla già strana “materia oscura”. Siamo consapevoli di meno del 10% della realtà che forma l’universo; insomma all’ultimo anno di Fisica ci suggerivano di essere alternativi, elastici, si parlava di “pensiero laterale” I miei docenti dicevano lasciate agli ingegneri la rigidità di pensiero, voi andate oltre, ricordate che nella ricerca delle sconosciuto il conosciuto si frappone come barriera.

  6. Vedo Franco che sei sempre sul piede di guerra intento a immaginare di dover correggere altri che secondo te sono in gravi errori, a dirti la verità neppure a me interessa correre dietro a chi “crede di avere il sapere”, Morici parli di “raccontini…” riferendoti a quegli vissuti da me ( e da altri), il mio è un vissuto REALE di TUO vissuto non ne racconti, ma hai letto libri… hai studiato hai raggiunto certezze nel campo scientifico dove lavori.
    Ragazzi! Il Newton dava più importanza all’Alchimia che alla Fisica che stava esplicitando e di cui poi è divenuto il principale padre fondatore. L’Alchimia? un raccontino… Ha… Ha… Ha… La conoscenza con la C maiuscola non arriva aspettando che qualcuno ci riempia il bicchiere che porgiamo già pieno.
    Infine tornando ai discorsi in atto: Franco…. c’è o non c’è la spinta laterale sulla trottola? La Terra cerca di spostare l’asse di rotazione della trottola? Si o no? Se sì, c’è una forza agente?

  7. Camillo, a prescindere dalle tue “esperienze dirette” (che non ho citato), ancora una volta quello che scrivi qui è un divagare a parole senza mai tirare delle conclusioni. Un divagare fino persino a tirare in ballo l’universo, la materia materia oscura, il pensiero laterale (e chi più ne ha più ne metta) quando stiamo semplicemente esaminando uno specifico argomento di meccanica classica, questo è segno di una evidente mancanza di concretezza.

    Ti invito a scrivere nero su bianco perché e come, secondo te, questo SGWN produce energia ma non ipotizzando funzionamenti a parole, dimostralo con formule, analisi, leggi fisiche, bilanci energetici, numeri e misure alla mano, così come dovrebbe fare un buon fisico.

    Filosofie ed alchimie a me non interessano, fino a prova contraria nello specifico non dimostrano alcunché e il giochino delle domandine se c’è… può… lascia il tempo che trova, perché contano solo fatti scientifici concreti, dimostrabili e verificabili.

    Sto sempre aspettando che tu dimostri (non a parole) ciò che hai affermato e scritto nell’altro Post così come già un mese fa ti ho invitato a fare.

    1. A veloce e sintetica risposta delle tue domandine (mezze frasi che spesso posti senza però sviluppare, con un minimo di rigore scientifico, il discorso) ribadisco che il sistema Terra-SGWN (qui descritto) conserva il suo momento angolare in assenza di una risultante non nulla di forze ESTERNE al sistema ed agenti su di esso, ovvero forze che non sono riconducibili alle mutue interazioni tra i costituenti del sistema.
      Eventualmente, solo l’azione di forze ESTERNE al sistema può far rallentare la rotazione terrestre (ad esempio la forza di gravità esercitata da alcuni corpi celesti come la Luna, il Sole sulla Terra, in quel caso si conserva il momento angolare del sistema Terra-Luna ecc.) per cui è inutile che continui a parlare di trottole, forze laterali o peggio ancora tirare in ballo ipotetiche “dimensioni sconosciute”.

      Non è possibile che SWGN possa rallentare la rotazione terrestre a guadagno (incremento) della sua, se non attraverso energia fornita al sistema, cioè esattamente il contrario del pretendere di essere in grado di ottenere dal SWGN più energia di quella che si è immessa, e tutto questo a scapito della rotazione terrestre.
      Se continui a sostenere la tesi che SWGN produce più energia di quella che consuma, sarebbe come affermare che saresti in grado di ridurre la funzione di stato entropica del sistema senza spendere alcuna energia, ma questo, come dovresti sapere (o almeno ricordare), non è fisicamente possibile.

      Ora attendo che tu ottemperi fino in fondo a ciò che ti ho sollecitato più volte (1), altrimenti vorrà direi che considererò ciò che scrivi unicamente come qualcosa che poi alla prova dei fatti non sei stato in grado di sostenere e sostanziare nei modi scientifici dovuti, e pertanto solo parole.

      Bisogna stare molto attenti a volersi porre come persona dotata di particolare “mente aperta”, perché poi si corre il rischio che se la mente finisce per risultare “eccessivamente aperta”, la materia grigia possa vola via come pure gran parte delle conoscenze pregresse.

      (1) https://gradientitemporali.wordpress.com/2019/04/06/la-fusione-fredda-di-andrea-rossi/#comment-3685

      1. Caro franco penso che tu dovresti trovarti qualche altro hobby perchè mi sembra proprio che tu ti sia fissato nella tua lotta personale contro ciò che ritieni anatemi scientifici. Ti sei investito (senza peraltro che nessuno te lo chiedesse) del ruolo di difensore e paladino dell’unica verità scientifica che per te corrisponde a quello che hai capito delle leggi della fisica, e si tratta di una visione miope e limitata. Indipendentemente dal contenuto dei tuoi messaggi non mi piace il tono e non mi piace l’atteggiamento. Quando ti è stata data risposta hai cambiato soggetto, offeso perchè non avevi avuto risposte ad altre domande. Non sei entrato nel merito delle risposte ricevuto ma hai solo avuto un tono canzonatorio irridendo senza tentare di comprendere. Per di più stai operando da stalker e sei quasi ossessivo.
        Probabilmente hai un sacco di tempo da dedicare a questa tua lotta personale e alla tua fissazione contro Camillo . Altre persone hanno anche altri impegni e non possono stare dietro a te per darti continua attenzione. Questo non è un lavoro o un obbligo, tempo da perdere non ce n’è….. Mi farò una ragione del fatto che tu abbia una opinione negativa su questo blog e che non approvi niente di quello che qui è stato scritto.
        Ti informo che in futuro saranno bannati i tuoi interventi se ritenuti offensivi o se non porteranno qualche informazione di interesse.

  8. Cara Littleflower, condivido il tuo dire ora Franco dice che è il sistema Terra + trottola ad avere la conservazione del momento angolare pertanto ammette che la Terra potrebbe rallentare a spese della trottola. Vorrei aggiungere un discorso filosofico per quei pochissimi eventuali lettori che hanno avuto la pazienza di leggere fin qui.
    La mia impressione è esplicabile in questo paragone: Ci sono persone che camminano con una gamba sola (in questo caso la fisica), altri che ne usano due come il Newton che ne usava due (Fisica e Alchimia). Quello che mi fa specie è che lo zoppo con una gamba sola non potrà mai correre come chi ha due gambe, eppure si ostina a dire che il suo modo di correre è migliore e corregge, cita le grandi leggi come le interpreta lui.
    Eppure….. se piantasse per Terra un’asta rigida rotante con in cima una grossa trottola vedrebbe la famosa forza laterale che crea un moto di precessione. Se poi l’asse di rotazione fosse NON elastico e la trottola sufficientemente grossa e con adeguata velocità rotativa dopo un po’ si spezzerebbe l’asse. Amen!
    Certo questo signore ha bisogno che seguano i suoi di ragionamenti come dire che corrano con una sola gamba esattamente come la usa lui… ma va!
    Pensavo che quando parlava di “raccontini” si riferisse a ciò che ho scritto io sui fenomeni alchemici e sulla mia istruzione in merito lo riporto qui.
    Appena laureato in Fisica ebbi un contatto profondo per sei mesi con un’entità che si definiva col termine generico di Maestro, mi insegnò le basi dell’alchimia e fece in modo che io sperimentassi in modo INEQUIVOCABILE la trasmutazione di oggetti complessi in mano mia, ho usato tutto quello che potevo per controllare ciò che incredibilmente vedevo, ho visto decine e decine di volte la cosa. Ad un certo punto la mia rigidità di voler correre con una sola gamba cedette e compresi che questa realtà è sì reale ma nello stesso tempo è una specie di sogno o una roba simile a Matrix (film) Insomma ciò che credevo fisso immutabile oggettivo per tutti non lo era, ma la percezione era fondamentale. La percezione dipende sia dagli strumenti di percezione (nel nostro caso dal corpo fisico con suoi sensi) sia e soprattutto dal condizionamento, cioè da come organizziamo la percezione, da come la incaselliamo e la strutturiamo. Il Maestro mi spiegò che tutto porta a concludere che alla base di una realtà c’è un accordo percettivo in comune. Il primo accordo lo dà il corpo fisico mentre i successivi accordi che organizzano la percezione sono dati attraverso il linguaggio e altro. Dopo 6 mesi il Maestro disse che era opportuno che il suo insegnamento cessasse e che io andassi al Sapere per conto mio altrimenti non c’era originalità, non c’era creatività o novità nella mia crescita. Chiesi come mai avevo avuto la fortuna di averlo, mi disse che anche ad altri in modo che non se ne accorgono vengono suggerite certe informazioni, ma sono rigidi interiormente hanno il bicchiere piano del poco che conoscono e non sono disponibili a mollare la presa. Si chiudono in una bolla con pareti sempre più spesse e rigide e vorrebbero che gli altri facessero lo stesso. Mi disse la frase alchemica “quando l’allievo è pronto… si odono i passi del maestro” , ma dietro a tutto c’è una certa dose di saggia umiltà, è giusto difendere l’acquisito, ma non sia irrigidimento o occasione di disprezzo verso l’altrui percorso. (Chi ha orecchi per intendere intenda)
    Ho scritto tutto questo nel mio sito di didattica, dove in contemporanea ho postato tutta la matematica delle medie fatta per programmini didattici, poi ho messo un paio di capitoli dell’introduzione didattica della Fisica. Il sito è https://didatticacomputer.it

    L’introduzione ai concetti alchemici, sciamanesimo e … lo trovate qui:
    https://didatticacomputer.it/index.php?option=com_remository&Itemid=0&func=fileinfo&id=90

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...